2013-2014

12 formazioni al via!

Una C1 con un grande ritorno: Gianmaria Falcucci, al quale decidiamo di affidare le sorti della squadra e di cercare di ridivenire il punto di riferimento tecnico della palestra. Assieme a lui , un altro grande ritorno, quello di Josè Ringressi col quale il dirigente Zagli ha un legame di amicizia ventennale davvero speciale. A questi 2 punti “fermi” vengono affiancati il sempre competitivo Ali e Andrea Delogu, da lanciare dopo la bella stagione precedente in C2. Se ne va , invece Fabio Cola, alla ricerca , probabilmente , di una sua migliore soddisfazione personale.

Alla fine dell’anno la squadra col 34 su 36 di Gianmaria (solo Viviani e Papa riescono a “toccarlo”) ottiene un onorevole quarto posto ; nel finale trova spazio anche Armando Valitutto,oramai pronto per questi livelli.

Le 2 C2 sono formate per “resistere” entrambe.

In una un altro! ritorno… Alessandro Cardelli , dopo i 2 anni a Sesto, che con Andrea Livi e Filippo Bria (ancora una buona stagione per lui, oramai buona quarta cat . in progress .. ).

Nell’altra Giuseppe Zizzo conduce la squadra alla salvezza tranquilla con discrete soddisfazioni, soprattutto attraverso l’80% di Armando Valitutto, davvero una scoperta la sua. Nl finale esordio.. di Steven Lu.. con un eloquente 2 su 3 agli Artigianelli.. battendo subito Fallani.

In D1 ottima questa volta la stagione anche di Marcello Massai che guida la squadra al terzo posto ad un soffio dai playoff. Marcello ha potuto contare ancora su di un Sessoli di buona levatura regionale che si attesta ad oltre l’80%; discreta la stagione di Marco Giannoni, mentre lo “zio” Galanti, risulta troppo alterno.. come.. del resto.. il suo gioco.. alfin produce; purtroppo troppi problemi di lavorio per Luca Bernardoni

l’altra D1 è ,per giusti meriti al grande Luciano Ravenni, a Maurizio Cappelli, Giovanni Libro e Giovanni Gardenghi. Purtroppo, la”differenza” tra d2 e D1 si fa sentire più del dovuto e , nonostante 2 innesti importanti come Domenico Cirillo ed Edoardo Raccanello , sfiora solo, la salvezza.

Ma, per fortuna.. Edoardo , assieme a Steven , le rivelazioni più belle della stagione, avevano già vinto la D2 , assieme ai loro anch’essi giovani compagni di squadra Edilberto Mangani e Davide di Salvo sotto la guida di Zagli.

Edoardo.. si regala poi soddisfazioni nei tornei nazionali e soprattutto ai giovanili; italiani, dove entra nei primi 8 della cat. ragazzi e regionali, dove,addirittura, conquista il titolo ! Altro trofeo, il “Dla2&friends” che per la prima volta vince un rappresentante della società gigliata. Grande merito in tutto ciò, sia per Edo che per Steven (25 su 25 in d2 e molti risultato importanti ai tornei), l’attenzione dedicatagli loro da Andrea Bongini.

Nelle altre D2 , ancora non troppo oltre Lavoratti, quella di Giorgetti, e , purtroppo retrocessa quella di Trappolini che non riescono a trovare continuità e soprattutto giocatori decisi all’attività agonistica.

Per fortuna vengono in soccorso le D3 che portano ben 2! promozioni.

Una di una squadra capitanata da Angelo Di Salvo e dove sono presenti anche Silvia Bianchi e  Anna Raccanello (sorella di Edoardo, 10 anni.. e terza! ai campionati regionali di quinta e ai giovanili) .

Nell’altra , una formazione di adolescenti che ,sotto la guida di Franco Aste sembrano trovare  passione in quel di Bagno a Ripoli, una delle “cellule”  del Ciatt Firenze in giro per la città.

Ottima ancora la stagione al femminile con un terzo posto in regione ed uno al concentramento nazionale dove Giuricin , Conforti e Binetti mettono in mostra molte doti impartitegli loro dall’allenatore che le segue, Andrea Livi.

Infine.. iscriviamo anche una formazione veterani che sotto la guida di Magnini, trova soddisfazioni approdando al terzo posto regionale. Ne faranno parte ,a turno, Ali, Bellesi, Cirillo, Galanti.

A fine stagione, purtroppo l’addio con Falcucci . Alcune sue difficoltà logistiche, non consentono di proseguire oltre il rapporto.

Ricostruiamo.

E’ il nostro motto.

Ed ogni volta è sempre IMPORTANTE.

A volte , anche MEGLIO.

Lascia un Commento