2012-2013

10 le formazioni al via con una C1 , unica rappresentante maschile dopo la forzata rinuncia alla serie B1 per gravi motivi economici e dopo ,soprattutto la scelta di Dario di trasferirsi in Sardegna. In campo, Angelo Teatino, Ali Mahdiyar  , Fabio Cola e Matteo Petralli.

La squadra lotta addirittura per il primato ma purtroppo Cascina la sopravanza. Ottima la stagione di Teatino , discreta la seconda stagione di Cola che però non va oltre il 35%. Non brilla Petralli  così come Ali che purtroppo non riesce a giocare molto.

 

La maggiore rappresentativa diviene quindi la B femminile conquistata sul campo l’anno prima ai concentramenti delle C regionali. In campo, Giulia Nesi, Angie Cartagena e Sara Brancaccio. Discreto il 4° posto finale con una buon 50% di Sara : Alterna la Nesi, soprattutto in termini di presenza , mentre Angie è all’esordio in un campionato piuttosto proibitivo per lei che cmq si comporta bene.

Una C2 vede in campo una formazione ben assortita con Andrea Livi capitano di Andrea Delogu e  Filippo Bria. Piano piano.. la formazione prende continuità ed assume maturità approdando con merito ,vincendo il girone sui rivali della Sestese,ai playoffs C1 dove arrivano quarti.

Parte invece con propositi di ben figurare la D1 di Zizzo, Libro, Cirillo e Magnini.

E’ però con l’innesto di Marco Pezzi, che arrivano le “cartucce” per una inattesa promozione conquistata in pratica a Sesto. 2 volte, la prima in campionato e poi nel playoff cntro la squadra dei ragazzi sestesi dove però la maggior esperienza di Pezzi stesso ma soprattutto di Giuseppe Zizzo, fanno la differenza.

Coriacea e quasi miracolosa la salvezza della squadra di Massai che vede in Simone Sessoli , l’uomo che la porta per mano. Altri compagni di squadra Galanti, Bernardoni e Giannoni, tra alti e bassi.Esordisce nel finale  Armando Valitutto.. ne risentiremo parlare…

In D2 la squadra di Bergamo , Zagli, Bellesi, trova un girone difficile e non va oltre il terzo posto.

Quella di Giorgetti, Lavoratti , Cianferoni e Giacomelli , vive degli “assoli” del fuoricat. Lavoratti  e arriva quinta; la d2 invece di Aldo Trappolini, col compito di “svezzare” ragazzini come Edilberto Mangani ed un certo Lu Steven …arriva ultima ; penultima quella di Casella, Di Salvo e Sciacca.

Primissima!. ..a punteggio pieno, invece quella di Luciano Ravenni, Maurizio Cappelli, Giovanni Gardenghi e Franco Aste.

Buon quarto posto, infine, di Giuricin,Conforti, Binetti  nella C femminile.

Annata di “respiro”.. dopo la svolta data dagli addii  alle categorie e implicitamente di Loreto  e Del Tomba.

Non era facile “riprendersi” e.. anche.. rinunciare. Ma i fatti, solitamente riportano la RAGIONE, dove ha il dovere di stare.

“Rientra ” in società , Andrea Bongini, che si incarica di dare seguito al vivaio con l’ingrato ma orgoglioso compito di CREARE  appassionati giovani e , magari , atleti.

Sarà.. il “la”.. ad altri ritorni.. alla fine della stagione.

Lascia un Commento