2010-2011

Dopo la “purga” dell’abbandono dell’A2 per motivi economici ci presentiamo con rinnovato entusiasmo al via con 9 formazioni :

una B2

una C1

una C2 maschile

due C femminili

una D1

tre D2

Una stagione importante, denso di tanti nuovi personaggi e belle vittorie che ci consentono di arrivare secondi in B2 e richiedere ,soprattutto per Dario che mostra continui progressi, la categoria superiore.

In C1 ci giochiamo la promozione (grazie ad una stagione eccezionale di cola, livi e pezzi) all’ultima gara con Carrara; “basta”.. vincere contro avversari già retrocessi: il 4-5 finale segnato da Yin Jihong.. ci fa permanere in categoria.

Anche in C2 con un Santini super siamo in lotta per i playoffs fino in fondo; da segnalare la sicurezza Zizzo e l’arrivo di Filippo Bria già in categoria.

Stagione senza infamia e senza lode (forse neppure troppo impegno.. come poi si verificherà con alcune scelte finali..), per Meucci, Massai, Galanti e Bria fino a che non è salito in C2 (oltre 80% )

Bellissime ma sfortunate le Stagioni delle 3 D2 che conquistano tutte il primo posto, ma in virtù delle 3 sole sconfitte (su 40 incontri)globali proprio contro le dirette rivali, non salgono per differenza set; si fanno notare soprattutto Libro, Milani, Ravenni, Bernardoni, Cappelli Maurizio , Cianferoni e Gardenghi.

Ottimo il comportamento della c femminile di Binetti,Giuricin , Conforti che si prendono belle soddisfazioni (Giuricin arrivaaddirittura , per i risultati conseguiti, a qualificarsi per gli italiani di seconda categoria..; le ragazze, invece, a parte Angie Cartagena che potrebbe arrivare ad un buon livello , paiono un po’demotivate ed infatti a fine stagione Eleonora e Deborah, abbandonano l’attività.

Insomma una stagione nel segno di tante soddisfazioni, anche societarie a livello di manifestazioni con la “Festa del Ping Pong” che va in tv su rai3 ; con i conti rimessi (ma ancora non basta..) un po’ in ordine. A fronte di tutto questo se ne vanno 3 atleti storici come Meucci, Cardelli e Colli. Tutti con motivazioni diverse, magari plausibili, ma che non è possibile,come è normale, condividere fino in fondo; auguriamo cmq ai nostri ex compagni di trovare dove andranno le stesse soddisfazioni, le stesse prerogative e, magari, non gli stessi problemi che secondo loro li hanno portati a questa scelta.

Nel frattempo avvengono fatti importanti generali come l’inserimento della Classifica Unica Nazionale, e , per il Ciatt, il riconoscimento sportivo atteso con l’assegnazione della B1. Categoria importantissima per l’evoluzione del nostro gioiellino internazionale.. per fargli compiere l’ultimo salto di qualità. Tanti vanno.. ma per fortuna, alcuni riescono ancora a vederci come una società sempre AL LAVORO su tutti gli aspetti del tennistavolo. Concetto Testiera da Napoli (83 d’Italia) ci darà una mano in B1, mentre il forte Matteo Petralli cercherà di ritornarlo costantemente ed il giovane Sessoli, allievo di LIvi , ci dimostrerà le sue doti.

come al solito, non ci smonta nessuno.. tranquilli..

Per ora…

Lascia un Commento