2008-2009

Questa che si presenta, parte come la stagione dell’apice, ma finirà come, purtroppo quella più brutta della storia societaria.

Ci presentiamo con 11 formazioni con la STORICA A1, dopo oltre 30 anni , una serie B2 ,una B femminile  3 C2 , 3D1 , 2 D2.

Per la  A1 , per varie vicissitudini , in particolare sponsoristiche, la società costruisce una formazione di soli atleti italiani visto anche, purtroppo, l’infortunio capitato durante i play offs a Sun Jun; si parte quindi con Bongini, Falcucci e l’aretino Viviani,( nuovo arrivo)  in una poi rivelata sterile attesa del recupero del campione cinese(che però resterà tutta la stagione nel paese natio..)

Si parte anche con la consapevolezza che questo storico traguardo potrà essere “fugace”, perchè il campionato ASSOLUTO “italiano” è talmente denso di campioni esteri che il divario è semplicemente improponibile; si parte quindi con già l’occhio a riproporci più organizzati l’anno successivo dando però ai nostri giocatori una occasione importante per misurarsi con atleti che difficilmente potranno reincontare; un arricchimento, insomma.

Così,sotto la guida tecnica di Andrea Del Tomba, entrato in pianta stabile nella società come responsabile tecnico dei corsi assieme a Falcucci , e delle squadre nazionali,cominciamo l’avventura

A dicembre ,poco dopo peraltro il premio in Palazzo Vecchio come migliore società sportiva dell’anno, però qualcosa si incrina; prima nei rapporti con lo sponsor , e poi anche nel cd. Si arriva a gennaio con le dimissioni di Zagli e l’incarico a Trappolini , in attesa delle programmate elezioni del giugno successivo.

La vita societaria va avanti lo stesso, ma è evidente che qualcosa si è rotto ;nasce l’impegno, cmq , da parte di tutti, di trovare i cocci e rimetterli assieme.

Sul piano tecnico ,la stagione si coclude dignitosamente: in A1 Bongini , Falcucci e Viviani conquistano 1 vittoria personale a testa,( discreto risultato, considerato tutto); in B2 Colli(80%), Pezzi, Cardelli,e qualche gara di Ferrara si arriva ad una salvezza tranquilla ;la B femminile con Nesi, Razzoli e Romagnoli, fa una buona ma sterile esperienza concludendo ultima.

In regione si salvano 2 delle 3 C2 entrambe a metà classifica ; in una esordisce Dario Loreto ragazzino di belle speranze , cresciuto per 2 anni agli Artigianelli e venuto al Ciatt per essre seguito da Del Tomba; buone percentuali realizzano Zizzo , Grande, Cirillo Domenico e Cardelli; anche Lavoratti e Santini ma la retrocessione della loro formazione è cmq inevitabile; buona l’esperienza di Meucci e Alfonso Cirillo.

Le D1 invece si salvano tutte e 3 , anche quella formata con ragazzi provenienti dai corsi; sta cominciando quindi a “fruttare” il lavoro in palestra.

Anche Le D2 formate da completi neofiti danno soddisfazioni; quella di Bergamo, Vaccari e Bezhad viene addirittura promossa.

Si arriva così a fine stagione con tanti problemi , anche economici per via dell’abbandono dello sponsor a febbraio che vedranno una possibile soluzione alle elezioni del nuovo cd.

Nomi nuovi e purtroppo rifiniture di strappi produrranno un primo passo verso il recupero, sia ambientale che economico organizzativo.

Lascia un Commento