2007-2008

2007, l’anno del contatto.. in anticipo di 3 su Kubrick…

Schieriamo 10 formazioni : 1 A2… 1 B2 -  2 C2 –  3 D1  – 2 D2 – 1 C femminile , dopo 8 anni !

E’ chiaro che l’appetito, specie mangiando bene.. aumenta.. perciò.. gli ostacoli, le difficoltà paiono sempre minori..

Ecco che la passione supera l’incioscienza!.. e tramite il lavoro di Falcucci, ci sono i contatti per un giocatore straniero! , importante , come il cinese Sun Jun , esperto e capace di portare in A2  grandi percentuali.

Decidiamo di prenderlo,a luglio, senza neppure! uno sponsor.. che troveremo ,inizialmente  in idilliaci rapporti,solo a settembre.

Inizia una stagione dove però ci si rende conto ,oltre alle spettacolari domeniche con media di 100 persone alle gare nella bella martin,che certe categorie, hanno delle esigenze. Inoltre alla fine dell’anno conteremo oltre 60 soci..

Cominciano, però,a nascere sentimenti contrastanti e tentativi di far convivere il livello assoluto, con quello che  il Ciatt ha rappresentato sino ad allora: un punto di riferimento, non elitario, per tutti.

Non è facile,cmq  Domenico Cirillo e Aldo Trappolini,suppliscono anche con  l’apporto esterno del non tesserato Bernabei , alle difficoltà familiari del Presidente che gli impediscono di essere spesso presente.

E’ cmq una stagione tecnica esaltante , Sun vince 42 gare su 45…(e pensare che esordisce a Siena perdendo dal bravo , ma certamente inferiore a lui , Angelo Teatino), Bongini va vicino al 70% e Falcucci riesce a vincere 11 partite in una categoria difficile per lui che cmq finisce quasi al 30%.

La Fortitudo Bologna  cmq , domina il campionato, e il Ciatt .. arriva solo!!! secondo! alla sua prima stagione in A2 è un’impresa senza precedenti; arrivano quindi i playoffs promozione!!!

Per l’occasione viene contattato  un uomo importante come Andrea Del Tomba per giocarsela contro il forte Verzuolo , arrivato secondo nell’altro girone.

La sorte però dopo aver subito un eloquente  2-5  all’andata , in una palestra Barsanti gremita come non mai! (circa 300 i presenti) , facendo infortunare seriamente Sun con uno strappo al tendine d’achille che ne decreta , di fatto l’abbandono di quella gara.. ma, anche , purtroppo la società per la stagione futura.

Un’ annata difficile , ma estremamente densa di soddisfazioni e cose nuove da affrontare e gestire non sempre al massimo ma con grandissima voglia di farne preziosa esperienza.

Cmq.. non solo A.. la B2 affronta un campionato tecnicamente difficilissimo e lo denota la percentuale di Colli  che arriva solo al 60%; Bagnolesi poi, rietrato dopo un paio di anni.. si “rompe” e smette ,lasciando la squadra in difficoltà con il solo Giannini , ben cresciuto, a dare una mano a Leonardo; Manzini e Pezzi fanno quello che possono in una categoria non per loro.

Alla fine però in una esaltante ultima gara contro Bologna, Colli tiene duro regalando la sospirata ,difficilissima salvezza.

In C2 approda al Ciatt una figura che anche societariamente diverrà importante come Giuseppe Zizzo; col suo eloquente 80% pone le basi per una salvezza tranquilla .. anche! col Magnini…Zagli e Mario Sambo .

Nessuna possibilità invece per l’altra C2 con Alfonso Cirillo Alex Meucci e Antonio Ferrara tutti e 3 neofiti a fare una importante esperienza che gli darà molto per il futuro; buono il giovane Ferrara che vince ben 14 gare su 36.

Abbiamo le forze per fare tre tipi di C2.. ed una lotta per la promozione fallendola solo per la contemporanea volontà  di Siena e gran stagione personale del rientrante Massimo Ferri; finiamo secondi ma Cardelli domina il girone mentre Zoccoli e Bambagioni non riescono a dare sempre lo stesso contributo alla squadra del capitano Cirillo Domenico; da una mano anche un buon Lavoratti ed esordisce , nelle ultime gare il mitico Galanti.

Consci di una C2 “a retrocedere” approntiamo una D1 forte con Santini-Vulpio e Tosi che vince abbastanza nettamente il girone ottenendo la promozione; c’è poi la D1 di Materassi Maurizio, Marcello Massai e Pivetta Alessandro che veleggia tranquilla al centroclassifica e la D1 C dove,assieme ai soliti Aste , Trappolini e Parri, lo zio Galanti si mette in mostra ottenendo il 50% alla sua prima stagione col suo gioco decisamente “suigeneris”…. .

Attraverso i corsi riusciamo a schierare nella neonata D2 2 formazioni una delle quali interamente formata da ragazzi (Sgatti- Lami-Nesi Niccolò-Dei) che si fa ben valere.

Come detto, ritorna la C femminile , soprattutto sull’onda e l’entisiasmo di 2 Giulie , Nesi e Romagnoli  che assieme a Lucia Macchiarini, affrontano un campionato dove dimostreranno subito una discreta competitività; Nesi, su tutte , appare quella con più chanches di proseguire con costanza e lo stesso entusiasmo iniziale.

Arrivati secondi in A2…. voi che fareste?

 ma qualcosina comincia a sfaldarsi….

Lascia un Commento