1997-1998

4  formazioni scritte 1 C2    2 D1     1 C femminile

Qui.. si comincia già un pochino a fare sul serio…

Si fa per dire.. perchè.. approda al Ciatt Simone Bellucci…ma.. più importante , Roberto Vinci convince Alessadro Cardelli a riproporsi in gara; comincia una svolta anche tecnica.

Schieriamo una C2 con Simone Bellucci, Massimiliano Nencioni , Alessandro Cardelli e Andrea Giacobbe  ma troviamo un Signa importante che con Giovagnoli, Grande, Pancani Francesco e Biancani,ci pone al secondo posto.

Abbiamo poi 2 D1 che arrivano entrambe prime ;una però.. a pari merito col Cus Firenze che vince il girone per gli scontri diretti,decretando l’accesso del Ciatt allo spareggio con Arezzo.

La squadra che vinse con un solo passo falso era formata da : Vinci Roberto-Materassi Patrizio-Santini Jacopo

Quella invece sconfitta poi nello spareggio  a Siena da dei bambini aretini… corrispondenti ai nomi di Filippo Viviani e Fabrizio Sisi…(sconfitta per 5-2 con Adriano azzarri però ad un soffio da battere Sisi..) furono:

Zagli Francesco- Azzarri Adriano-Tosi Adriano (gran mancino dalle potenzialità enormi , purtroppo poco espresse.) e , in qualche gara , Aste Franco, Trallori Roberto e (esordio in Fitet) Bellesi Leonardo

Schierammo poi, nello stesso girone ,un’altra formazione composta in pratica da ex  “guidottiani”… come Angione Giorgio-Petri Fabio-Barducci Dario ai quali furono affiancati diversi giocatori tra i quali Aldo Trappolini, Selmo Stefano e Walter Nencetti (questi ultimi2,provenienti dai nostri corsi al City) e Pezzola Stefano e Gambinossi Filippo.. due “tipi strani” che in pratica vennero in società soprattutto per ottenere il patentino di allenatori che sfruttarono (evidentemente senza tanto successo..) alla parrocchia dinanzi l’ospedale Torregalli…, Pezzola era molto dotato, peccato.

Alla fine la squadra si classificò penultima.. con la soddisfazione.. vincendo uno strano derby… di impedire di fatto.. una seconda promozione diretta.

La squadra salì anche alle cronache.. per i “fatti  della festa in salsa“..; col Cus Firenze.. accadde..  (era abbastanza consuetudine) di giocare dentro un campo da squash.. mentre all’esterno.. c’era una festa della quale il Ciatt non era stato avvertito…; cmq si va avanti.. e.. incredibilmente il Ciatt vince..grazie a partitone di Angione e Pezzola,(anche questa era una gara.. ai fini.. decisiva.. quindi..); successe che.. il capitano avversario.. si dimenticò.. (non fecero alcun! reclamo li per lì..) di firmare anche  il referto dell’arbitro…dopo quello di gara (brutta.. questa consuetudine.. di firmare tutto dopo…).

Andò a finire che i dirigenti del Cus.. venendo a sapere delle condizioni a loro giudizio non ideali, fecero reclamo….ponendo l’attenzione proprio alla mancata firma sul referto da fare in assenza dell’arbitro;  fù accettato ( in quel periodo.. Zagli iniziò la sua carriera di scrittore..) e alla ripetizione il Cus si presentò in formazione tipo… vincendo così incontro e campionato…

Quell’anno non schierammo squadre femminili ma una ragazza di buone speranze partecipò a molti tornei ben comportandosi; tal Cinzia Michelini, anche lei con buone prospettive poi dissolte.

Schierammo però anche una D2 che diede le prime soddisfazioni agonistiche al mitico “Carlino” Sarti , a Riccardo Da Conto (amico di Aste.. poi sparito..) Ugo Trappolini (il gemellone) ed uno dei primi ragazzini affacciatisi al Ciatt ,Marco Benifei; che però,durò.. l’arco di una stagione e mezzo..

Cmq.. il secondo posto in C2.. ci diede l’opportunità di ardire alla prima nostra richiesta importante (dopo i “fasti del ciatt pratese.. con Tesi-Cini e 2 di Pontedera..): la C1

Richiesta accolta.. dopo 2 anni siamo già a livello nazionale!

Lascia un Commento